Approccio Cognitivo - Comportamentale

L'approccio terapeutico cognitivo-comportamentale si fonda sul presupposto che non sono gli eventi in sé a generare sofferenza ma piuttosto i pensieri che facciamo su quegli stessi eventi.  

Si tratta di pensieri automatici, immediati che consideriamo veri e non mettiamo mai in discussione:  "prendere un brutto voto è terribile", "alla festa mi prenderanno sicuramente in giro", "Non devo mai sbagliare  perché chi sbaglia è un perdente". 

Gli obiettivi della terapia sono quelli di incrementare la consapevolezza, l'accettazione e la flessibilità psicologica del paziente, aiutandolo a modificare i suoi schemi disfunzionali di ragionamento perché cambiandoli cambieranno le emozioni, anche quelle più dolorose.

Si tratta inoltre di un approccio collaborativo, in cui terapeuta e paziente lavorano insieme per comprendere ed individuare strategie di risoluzione delle problematiche. 

  • Si basa su evidenze scientifiche: numerosi dati di ricerca sostengono l'efficacia e  la validità della terapia cognitivo-comportamentale nel trattamento di un ampio numero di problematiche. L'attività clinica ricorre all'utilizzo di protocolli evidence-based.

  • E' orientata allo scopo: terapeuta e paziente lavorano insieme per stabilire gli obiettivi della terapia e periodicamente verificano il raggiungimento degli stessi. 

  • E' pratica e concreta:  si pone come fine quello di risolvere problemi psicologici concreti, ridurre la sintomatologia del paziente.  

Arrows Renewing Vows Social Media Graphi

"Se una palla è scivolata in un buio passaggio un bambino può essere spaventato nell'andare a recuperarla, ma se io dico - guarda, sto venendo con te! - egli sarà più sicuro" (Bowlbly)